Inidoneità del lavoratore alla donazione sangue

14 febbraio , 2017

L’Inps, con circolare n. 29 del 7 febbraio c.a., fornisce indicazioni in merito al contributo previsto dal decreto 18 novembre 2015 il quale dispone che il lavoratore dipendente che sia stato accertato inidoneo alla donazione di sangue o emocomponenti ha diritto alla retribuzione limitatamente al tempo necessario all’accertamento della predetta inidoneità.

Tale intervallo di tempo deve essere calcolato con riferimento sia al tempo di permanenza presso il centro trasfusionale sia a quello di spostamento dallo stesso alla sede di servizio.

 

Categoria: