conciliazione

Corte di Giustizia Ue: legittima la cessazione automatica del contratto al compimento dei 25 anni di età

24 luglio , 2017

La Corte di giustizia europea, con sentenza C-143/16, ha stabilito la legittimità della normativa italiana in materia di lavoro intermittente relativamente al secondo comma dell’art. 13 del D.Lgs. n.81/15 che prevede l’instaurazione del contratto di lavoro intermittente “con soggetti con meno di 24 anni di età, purché le prestazioni lavorative siano svolte entro il venticinquesimo anno” (…).

La disposizione contenuta nell’art. 13 del D.Lgs. 81/15, non è in contrasto con il divieto di discriminazione sancito dalla Carta dei diritti fondamentali Ue e dalla direttiva 2000/78/CE poiché si inserisce in un contesto normativo finalizzato a valorizzare la flessibilità del mercato del lavoro, quale strumento per incrementare l’occupazione.

Conseguentemente, la Corte riconosce la legittimità del recesso del datore di lavoro al compimento del venticinquesimo anno, in quanto la norma, persegue una finalità legittima di politica del lavoro e del mercato del lavoro e i mezzi per conseguire tale finalità sono appropriati e necessari.

Categoria: